Cos'è il Cartello

"Quattro si scelgono, per proseguire un lavoro che deve avere il suo prodotto"
Jacques Lacan

Cos'è il Cartello

«È un dispositivo istituzionale inedito che punta a installare il lavoro che la psicoanalisi suppone, come analizzante, come analista al cuore di un dispositivo minacciato, per struttura, dal collettivo, per gli effetti immaginari di gruppo descritti da Freud nella Massenpsychologie.»

J.-D. Matet

Cosa fa il Cartello

«Una lettura attenta dell’Atto di fondazione non dovrebbe lasciare nessun dubbio: nell’intento di Lacan, il lavoro della Scuola, che “reintroduca il vomere tagliente della sua verità, che riconduca la prassi…al compito … denunci le deviazioni e le compromissioni…” passava tramite il cartello.»

J.-A. Miller

Il Cartello & La Scuola

«Il cartello, a differenza della passe, è contemporaneo alla creazione della Scuola. [...] Nondimeno, per il fatto che il cartello è contemporaneo alla creazione della Scuola, possiamo supporre che esso sia congruente con il concetto della Scuola e possiamo chiederci in che modo lo sia.»

J.-A. Miller

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ultime Pubblicazioni

Editoriale

Questo numero di Cartello è dedicato ad alcuni effetti del lavoro in cartello in tempi di pandemia: desiderio, gioia, vitalità, politica del “chi vive” della Scuola…. tanti effetti-affetti che ci aiutano nella situazione attuale, quando Leggi tutto…

La gioia del cartello

di Adele Succetti “La gioia supera la categoria del godimento in quanto comporta una pienezza soggettiva che meriterebbe uno sviluppo”. J. Lacan, Le Séminaire, Livre I, Les écrits techniques de Freud, Seuil, Paris, 1975, p. Leggi tutto…

Contatti

Vuoi sapere di più sui Cartelli e sulla Scuola Lacaniana di Psicoanalisi?

Sede della Scuola

Via Daverio, 7 - 20122 - Milano

Contattaci